Image
Zoom

“Diventa quasi stucchevole ma purtroppo doveroso ritornare sulla tema della presenza nei paesi olimpici della Via Lattea di molte persone che ovviamente non sono residenti in quelle località. E ciò malgrado i ripetuti ed insistenti interventi nei giorni scorsi dei vari amministratori locali. Lo abbiamo già ripetuto svariate volte ma lo dobbiamo nuovamente sottolineare oggi, malgrado il lavoro prezioso e costante delle forze dell’ordine e dei corpo dei vigili urbani dell’intera valle. Se i passaggi da Pragelato si sono seccamente ridimensionati, sulle altre vie di accesso il traffico direzione Via Lattea pare sia ripreso e non certo per motivi professionali o familiare.

Ora, prima di avanzare richieste drastiche per limitare gli accessi e i passaggi, facciamo ancora un appello per ridurre drasticamente gli spostamenti. E questo anche alla luce, purtroppo, del massiccio incremento in questi ultimi giorni della malattia nella nostra regione. Provincia di Torino compresa.

È quasi singolare ed anacronistico continuare a ricordarlo e a ripeterlo. Ma cosa deve ancora capitare per dover rendersi conto che gli spostamenti sono pericolosi per garantire la salute di tutti i cittadini? Compresi i residenti dei comuni delle Via Lattea? Non sono sufficienti il bombardamento mediatico quotidiano sui comportamenti concreti da adottare e i tragici bollettini che ogni giorno vengono sfornati dalla Protezione Civile?. È così complicato ascoltare e praticare gli appelli ripetuti ed insistenti della comunità scientifica e di tutti organismi istituzionali preposti?”.

Giorgio Merlo
Sindaco Pragelato, Assessore Turismo Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea.





Partager sur:

Contactez-nous pour en savoir plus

codice di controllo (necessaria la visualizzazione delle immagini)